Questo articolo è stato letto 23 volte

Mansioni superiori: danno e responsabilita’

di G. Crepaldi (www.ilpersonale.it 7/1/2015)

L’attribuzione di superiori mansioni assume caratteri di eccezionalità (Cons. Stato, sez. V, 28 febbraio 2013 n. 1212; Cons. Stato, sez. V, 7 novembre 2012 n. 5647; Cons. Stato, sez. V, 2 luglio 2010 n. 4236; Cass., sez. un. civ., 16 febbraio 2011 n. 3814; Cass, sez. lav., 17 settembre 2008 n. 23741) e perciò avviene con un provvedimento di carattere sempre temporaneo in base a quanto stabilisce l’art. 52 del Testo unico del pubblico impiego (già art. 56 del d.lgs. 3 febbraio 1993 n. 29).
Il conferimento è preordinato esclusivamente a consentire la copertura di carenze di organico durante il periodo strettamente necessario, valutato ex lege in sei mesi, attraverso l’indizione e l’espletamento delle ordinarie procedure per la loro copertura. Devono dunque ricorrere obiettive esigenze di servizio determinate dalla vacanza del posto in organico e deve dimostrarsi che l’amministrazione sta attivandosi per la copertura del posto.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *