Corte dei Conti, Patroni Griffi: mettere in pratica premialità e produttività

“Premiare i migliori e aumentare la produttività sono le nostre priorità. Bisogna metterle in pratica.

Le perplessità espresse dalla Corte dei Conti sull’incapacità dell’attuale sistema di collegare premialità individuale e aumento di produttività del settore pubblico sono le stesse che ci inducono a intervenire per far sì che questo meccanismo possa realizzarsi nella pratica. Due sono i  motivi della criticità: la ridotta platea dei destinatari del meccanismo vigente (277 mila dipendenti sugli oltre tre milioni di dipendenti pubblici) e la rigida predeterminazione delle fasce che ne ha comportato il mancato recepimento -come rileva la stessa Corte – a livello di contrattazione integrativa. Per questo motivo, la recente intesa, in primo luogo, recupera ai meccanismi di premialità una larga platea di datori di lavoro (Regioni ed Enti locali); poi, come sarà previsto, la proposta di delega mira a una “valorizzazione della performance individuale nel contesto della performance organizzativa”, al dichiarato fine di “prevedere meccanismi concretamente atti a premiare il merito individuale e ad assicurare la retribuzione differenziata in relazione ai risultati conseguiti””.

(FONTE: Funzione Pubblica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.