Svolgimento funzioni tecniche: esclusa la sovraincentivazione del personale

No a sovra incentivi al personale dell’ente per lo svolgimento di funzioni tecniche, questo l’orientamento formulato dall’ANAC con il parere di funzione consultiva del 25 ottobre 2023, n. 53

23 Novembre 2023
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%

Le stazioni appaltanti e gli enti concedenti possono prevedere una modalità diversa di remunerazione delle funzioni tecniche del proprio personale. In tal caso, l’incentivo non si applica, escludendo qualunque sovraincentivazione”.

Questo l’orientamento espresso dall’ANAC con il parere di funzione consultiva del 25 ottobre 2023 n. 53, attraverso il quale l’Autorità ha fornito una risposta ad una società di servizi intercomunali per l’ambiente del Piemonte. Il parere richiesto riguardava le società in house e in particolar modo se fossero obbligate a destinare risorse finanziarie per incentivi di funzioni tecniche da riconoscersi al personale, come indicato dal codice dei contratti.

>> CLICCA QUI PER CONSULTARE IL PARERE DI FUNZIONE CONSULTIVA

L’Autorità ha spiegato che, nel caso un ente abbia già previsto la remunerazione delle funzioni tecniche del proprio personale, non è necessario che aggiunga nuovi incentivi a copertura dello svolgimento delle stesse funzioni tecniche.

Altrimenti il personale si vedrebbe riconosciuto un doppio incentivo per svolgere le medesime funzioni.

Redazione Il Personale

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento