La difesa disciplinare del dipendente pubblico tra disciplina di legge ordinaria e speciale

8 Febbraio 2013
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
di R. Squeglia (ilpersonale.go-vip.net 8/2/2013)

La pronuncia della sezione lavoro n. 1455 depositata lo scorso 22 gennaio si segnala in quanto affronta un interessante profilo di diritto legato all’esercizio delle prerogative difensive del dipendente sottoposto a procedimento disciplinare, nell’ambito del pubblico impiego.

In particolare, la decisione concerne il tema dei rapporti tra la disciplina speciale, dettata dalla contrattazione collettiva del comparto Regioni autonomie Locali (art. 24 comma 3 all’epoca dei fatti di causa vigente ratione temporis) e quella recata dall’art. 7 comma 5 della legge n. 300/70.

Continua a leggere l’articolo

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento