Conoscere e misurare il valore delle attività degli uffici: lo strumento dell’analisi organizzativa

Conoscere e misurare il valore delle attività degli uffici: lo strumento dell’analisi organizzativa

Perché è importante e quali sono i suoi vantaggi, anche alla luce di alcuni casi di successo

Corso on-line in diretta a cura di Francesco Beccari
Venerdì 23 settembre 2022, (prima parte), mercoledì 28 settembre 2022, (seconda parte) e martedì 4 ottobre 2022, (terza parte)
ore 9.30 – 12.30

Per assicurare la massima interazione con il docente si consiglia l’uso di webcam e microfono. Si precisa, inoltre, che il corso non sarà registrato.

L’analisi organizzativa è uno strumento di importanza strategica, in quanto permette di conoscere la propria organizzazione e i processi che vengono gestiti (anche in termini di figure coinvolte e quantità dei volumi erogati).

Ma ancor di più, essendo l’organizzazione un “corpo” che si deve adattare al contesto in cui opera e che va “modellata” rispetto agli obiettivi da raggiungere, è opportuno verificarne con regolarità il suo funzionamento.

Il corso, di taglio operativo, illustra le modalità più efficaci per attuare l’analisi organizzativa, anche attraverso la presentazione di casi di successo.

Destinatari

Il corso è rivolto:

• Amministratori, dirigenti e figure di responsabilità di Amministrazioni e Società pubbliche

Programma

Il programma è suddiviso in:

• Cos’è un’analisi organizzativa e perché conviene farla.

• Il concetto di valore come principio fondante dell’analisi.

• Quali sono i dati importanti per attuare un’efficace analisi organizzativa.

• La raccolta dei dati: strumenti e modalità.

• Le analisi che è possibile effettuare.

• Il benchmark e la parametrizzazione come principi guida.

• “E alla fine dell’analisi?”:

–          gli output (da un’organizzazione per funzioni ad un’organizzazione per processi; il corretto dimensionamento delle strutture in rapporto ai volumi e all’importanza delle attività; l’identificazione dei processi critici da reingegnerizzare in termini di digitalizzazione, semplificazione ed efficienza);

–          le proposte di miglioramento organizzativo (ipotesi di nuova macro e micro struttura; ridisegno dei processi; progettazione ed organizzazione dello smart working; progettazione di nuovi servizi ai cittadini).

• Casi di successo: in particolare, l’esperienza del Comune di Grosseto.

ISCRIVITI SUBITO E VAI AL CARRELLO

ISCRIVITI ONLINE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.