Questo articolo è stato letto 3 volte

Confsal-Unsa: richiesta rinnovo contratti ed equità

Massimo Battaglia, segretario generale della Federazione Confsal-Unsa, organizzazione sindacale rappresentativa dei lavoratori dei ministeri, in un’intervista a ‘Italia Oggi’, richiede alla vigilia dell’incontro con il ministro per la Pubblica amministrazione “ciò che è stato fatto nel privato, cioè siglare i contratti di lavoro dei dipendenti. Il nostro contratto è scaduto il 31 dicembre 2009”.

“Se si vuole – avverte Battaglia – le risorse si trovano. Noi esigiamo una vera equità, e l’equità passa per il sostegno concreto dei redditi medio bassi. Inoltre chiediamo che venga corretto l’articolo 23 ter della legge 214-2011 (‘Salva Italia’) che prevede la possibilità di definire, con un semplice decreto del presidente del Consiglio, tutti gli stipendi dei dipendenti pubblici: è un attacco gravissimo alla cultura della negoziazione tra datore di lavoro, lo Stato, e i suoi lavoratori. Chiediamo che questa norma sia riferita esplicitamente solo alle posizioni apicali, indirizzandola a una razionalizzazione dei costi della spesa pubblica”.

(FONTE: www.ilpersonale.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *