Collaborazione Governo-istituzioni locali eredità strutturale del Pnrr

Con le istituzioni locali c’è stata fin dall’inizio una costante e proficua collaborazione del Governo centrale. Un merito grandissimo del Pnrr, che può restare un’importante eredità strutturale per l’Italia post 2026”. Il ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, è intervenuto a conclusione della prima giornata dei lavori dell’Assemblea nazionale dell’Upi, a Ravenna.

Brunetta ha ricordato le misure adottate dal Governo a vantaggio degli enti locali, dall’aumento delle capacità assunzionali per Province e Città Metropolitane, al progetto Province&Comuni, al tavolo di monitoraggio delle misure per Regioni, Province e Comuni.

I principali interventi del Governo relativi al personale

Ecco le principali iniziative del Governo a favore degli enti locali:

  • 1.000 esperti per la gestione delle procedure complesse: la prima selezione attraverso inPA è stata realizzata in tempi record lo scorso dicembre, permettendo alle Regioni, sin dallo scorso gennaio, di potersi avvalere delle competenze di 1.000 professionisti da distribuire sul territorio;
  • Capacità assunzionali Province e Città Metropolitane: con il decreto interministeriale 11 gennaio 2022 è stato reso operativo anche per Province (Upi) e Città metropolitane (Anci) il passaggio dal turnover alla sostenibilità finanziaria delle spese di personale;
  • Progetto “Province&Comuni – Le Province e il sistema dei servizi a supporto dei Comuni”: partito a maggio 2020 e finanziato con 4,5 milioni di euro a valere sul Pon (Piano operativo nazionale) “Governance e capacità istituzionale”, il progetto punta a migliorare la capacità amministrativa delle Province, anche a supporto dei Comuni del territorio;
  • Capacity Italy: dal 20 giugno è online il portale di assistenza tecnica per assicurare immediatamente al personale tecnico e amministrativo in prima linea nella realizzazione del Pnrr l’accompagnamento durante tutto il ciclo di attuazione, dalla fase di conoscenza dei bandi alla rendicontazione dei progetti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.