Questo articolo è stato letto 4 volte

Calabria: Sindacati, da Regione nessuna proposta stabilizzazione Lsu

Le segreterie regionali Felsa Cisl, Nidil Cgil, Uil Temp, dopo aver proclamato, nel mese di aprile, lo stato di agitazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilita’, annunciano che ”dal primo settembre avra’ inizio una fase di mobilitazione unitaria, attraverso le assemblee in tutti i posti di lavoro per presentare ed arricchire la piattaforma rivendicativa unitaria, che culminera’, se non interverranno significative novita’, con lo sciopero generale dei lavoratori Lsu e Lpu della Calabria entro il mese di settembre”.

La decisione dei Sindacati regionali e delle categorie regionali che rappresentano gli Lsu e Lpu, si e’ determinata in seguito ai risultati estremamente negativi dell’incontro svoltosi a Reggio Calabria il 18 luglio scorso, che ha di fatto confermato quanto i Sindacati sostengono gia’ da tempo, ovvero che la vertenza Lsu Lpu non puo’ essere gestita solo dall’Assessorato Regionale al Lavoro che oltretutto ha recepito e condiviso la piattaforma unitaria.

(FONTE: asca)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *