Assunzioni sbloccate nei comuni di Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Marche e in Puglia e Molise per la polizia municipale

Il Dipartimento della Funzione pubblica, con nota del 18/7/2016, dà attuazione all’art. 1, comma 234, della legge di stabilità 2016, stabilendo il ripristino delle ordinarie facoltà di assunzione negli Enti territoriali situati nelle 4 regioni (Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Marche) nelle quali si è completata la ricollocazione del personale soprannumerario di Città metropolitane e Province e con riferimento al personale di polizia municipale, per gli Enti locali delle Regioni Puglia e Molise

19 Luglio 2016
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Il Dipartimento della Funzione pubblica, con nota del 18/7/2016, dà attuazione all’art. 1, comma 234, della legge di stabilità 2016, stabilendo il ripristino delle ordinarie facoltà di assunzione negli Enti territoriali situati nelle 4 regioni (Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Marche) nelle quali si è completata la ricollocazione del personale soprannumerario di Città metropolitane e Province e con riferimento al personale di polizia municipale, per gli Enti locali delle Regioni Puglia e Molise.

La norma richiamata è stata proposta e ottenuta dall’Associazione nel corso dell’approvazione della legge di stabilità 2016 al fine di anticipare il prima possibile lo sblocco delle assunzioni di personale,  al completamento dei processi di mobilità nelle singole Regioni.

Di conseguenza i Comuni e le Unioni di Comuni che ivi insistono riacquistano la disponibilità anche delle facoltà assunzionali riferite alle annualità 2015 e 2016.

>> LEGGI la NOTA <<

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento