Tetto agli stipendi dei dirigenti pubblici, non si può intervenire sui contratti in corso

Nella bozza di parere della Camera al d.P.C.M. del governo, in base al ”divieto di reformatio in peius” dei contratti in corso ”non può applicarsi in via immediata ai trattamenti stipendiali correlati ad attività lavorative stabili, esclusive e continuative” con la P.a., in altre parole non si può intervenire sui contratti in corso dei manager pubblici.

(FONTE: www.ilpersonale.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.