Questo articolo è stato letto 10 volte

Statali: Brunetta, mobilità senza accordo con sindacati

Licenziamenti nel pubblico impiego senza accordo con i sindacati: è questa la novità introdotta con il maxi emendamento alla legge di stabilità secondo quanto affermato dal ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, intervistato da Unomattina. Per attuare la mobilità nel pubblico impiego e per prevedere il collocamento in disponibilità dei lavoratori pubblici non sarà più necessario l’accordo con i sindacati.

Brunetta ha replicato alle dichiarazioni al senatore del Pd Pietro Ichino che sottolineava come la norma sulla mobilità fosse stata già introdotta nel 2001 affermando che c’era bisogno di un accordo con i sindacati. “Siccome questo accordo non c’è – ha detto Brunetta – con il maxi emendamento di supera questo vincolo e si rende effettiva la mobilità obbligatoria nel pubblico impiego”.

(FONTE: www.rassegna.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *