Questo articolo è stato letto 45 volte

Reddito di emergenza (Rem): le indicazioni dell’INPS su procedura, requisiti e importi

L’ARAN sull’applicazione delle norme sui dirigenti sindacali

Mediante circolare n. 69/2020, l’INPS ha fornito le indicazioni per la presentazione della domanda per il Reddito di emergenza (c.d. Rem).

Il Rem può essere richiesto all’INPS, esclusivamente online presentando la domanda sul sito web dell’Istituto (con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica) o attraverso i patronati. La domanda va presentata da uno dei componenti del nucleo familiare.
La circolare emessa dall’Istituto di previdenza riepiloga i requisiti per la richiesta, precisando che i dati relativi a requisiti e incompatibilità dichiarati nella domanda saranno oggetto di verifica.

La domanda di Rem potrà essere presentata entro il 30 giugno 2020.
Le due quote mensili, nel caso di presentazione della domanda avvenuta entro il 31 maggio, saranno erogate per il bimestre di maggio e giugno; se presentata nel mese di giugno 2020, saranno erogate per i mesi di giugno e luglio 2020.
Con riguardo alle incompatibilità, la circolare precisa che il Rem si configura come misura residuale rispetto alle altre misure di sostegno, erogato esclusivamente se nessuno dei membri del nucleo familiare richiedente abbia già usufruito delle altre indennità previste dalle misure emergenziali e se non ci siano nel nucleo persone che percepiscono pensione o un reddito da lavoro dipendente superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione alla composizione del nucleo.

>> CONSULTA IL TESTO LA CIRCOLARE DELL’INPS.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>