Protezione dei dati: ecco alcuni strumenti utili in previsione del 25 maggio 2018

Il Garante per la privacy pubblica delle slide sulla valutazione di impatto e l’individuazione e gestione del rischio e una guida all’applicazione del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Inoltre il CNIL, Autorità francese per la protezione dei dati, ha messo a disposizione un software gratuito come ausilio sulla procedura di valutazione d’impatto sulla protezione dei dati.

2 Maggio 2018
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Il Garante per la protezione dei dati personali pubblica la seguente documentazione:

  • slide sulla valutazione di impatto e l’individuazione e gestione del rischio >> SCARICA le SLIDE <<
  • guida all’applicazione del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali. Inoltre il CNIL, Autorità francese per la protezione dei dati, ha messo a disposizione un software gratuito come ausilio sulla procedura di valutazione d’impatto sulla protezione dei dati >> SCARICA la GUIDA <<

Inoltre, la CNIL, l’Autorità francese per la protezione dei dati, ha messo a disposizione un software di ausilio alla effettuazione della valutazione d’impatto sulla protezione dei dati (DPIA).
Il software –  gratuito e liberamente scaricabile dal sito www.cnil.fr – offre un percorso guidato alla realizzazione della DPIA, secondo una sequenza conforme alle indicazioni fornite dal WP29 nelle Linee-guida sulla DPIA.

La versione in lingua italiana è stata messa a punto anche con la collaborazione del Garante per la protezione dei dati personali.

Occorre sottolineare che il software è in continua evoluzione, con revisioni introdotte anche sulla base dell’esperienza raccolta e delle segnalazioni degli utenti.

Il software qui presentato NON costituisce un modello al quale fare riferimento in ogni situazione di trattamento, essendo stato concepito soprattutto come ausilio metodologico per le PMI. Offre in ogni caso un focus sugli elementi principali di cui si compone la procedura di valutazione d’impatto sulla protezione dei dati.
Potrebbe costituire quindi un utile supporto di orientamento allo svolgimento di una DPIA, ma non va inteso come schema predefinito per ogni valutazione d’impatto che va integrata in ragione delle tipologie di trattamento esaminate.
E’ inoltre bene ricordare che la valutazione d’impatto sulla protezione dei dati deve tenere conto del rischio complessivo che il trattamento previsto può comportare per i diritti e le libertà degli interessati, alla luce dello specifico contesto. Pertanto, il concetto di rischio non si esaurisce nella considerazione delle possibili violazioni o minacce della sicurezza dei dati.

Istruzioni per l’installazione

Una volta aperta la pagina https://www.cnil.fr/fr/outil-pia-telechargez-et-installez-le-logiciel-de-la-cnil scorrere fino al titolo “Version portable” e selezionare il tipo di sistema operativo installato sul proprio computer.

Una volta scaricato il software, lanciare l’installazione che sarà effettuata automaticamente nella versione in lingua italiana.

 

Consigliamo il VOLUME:

Cantieri stradali: gestione della sicurezza e delle manutenzioni

Il volume contiene utili suggerimenti ed interpretazioni, suffragate dall’esperienza professionale e dallo studio della normativa e della giurisprudenza, per una corretta gestione dei cantieri stradali, nel rispetto della disciplina della circolazione stradale e delle disposizioni sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Una guida, volutamente snella e di rapida consultazione, che intende offrire un quadro sintetico delle norme a cui è indispensabile far riferimento e che contiene innumerevoli indicazioni operative alla luce delle più recenti pronunce giurisprudenziali. Un apposito capitolo è stato, inoltre, dedicato al Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 gennaio 2019 (in vigore dal 15 marzo 2019) sull’individuazione delle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare. L’opera si propone, pertanto, di fornire un supporto di conoscenza e pratico agli uffici comunali, agli operatori di polizia stradale e dello SPISAL, nonché a tutte le figure professionali che, a vario titolo, svolgono la propria attività nell’ambito dei cantieri stradali. Girolamo Simonato, Comandante Polizia Locale di Piazzola sul Brenta (PD). Autore di pubblicazioni e docente in vari corsi di aggiornamento e convegni nazionali.Federico Cesarin, Assessore al Comune di Vigodarzere (PD), esperto e docente in corsi di aggiornamento sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Girolamo Simonato – Federico Cesarin | 2019 Maggioli Editore

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento