Prescrizione contribuzione obbligatoria alla Gestione dipendenti pubblici

Le Pubbliche Amministrazioni potranno continuare a regolarizzare le posizioni assicurative fino al 31 dicembre 2023

22 Novembre 2023
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
L‘INPS ha emanato la circolare n. 92 del 17 novembre 2023, avente come destinatari anche i Comuni, relativa alla inapplicabilità fino al 31 dicembre 2023 dei termini di prescrizione delle contribuzioni di previdenza e di assistenza sociale obbligatoria, dovute dalle Pubbliche Amministrazioni alla Gestione dipendenti pubblici, per i periodi retributivi fino al 31 dicembre 2018 e delle contribuzioni di previdenza e di assistenza sociale obbligatoria dovute dalle Pubbliche Amministrazioni alla Gestione separata.

Le Pubbliche Amministrazioni potranno, quindi, continuare a regolarizzare le posizioni assicurative fino al 31 dicembre 2023 sia verso la Gestione dipendenti pubblici, sia verso la Gestione separata. La regolarizzazione determina l’interruzione della prescrizione.

Per maggiori approfondimenti su quadro normativo di riferimento, modalità di regolarizzazione e di esposizione dei dati nel flusso UNIEMENS e il regime sanzionatorio è possibile visionare la circolare INPS 17 novembre 2023, n. 92.

Ti consigliamo

Il rapporto di lavoro pubblico

Il volume tratta il percorso normativo che ha interessato la disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni esaminando le principali innovazioni introdotte dal legislatore nazionale ed europeo in materia di diritto del lavoro. In particolare, l’opera aiuta a ricostruire l’ordine logico del lungo e travagliato processo riformatore che va dalla legge n. 421 del 1992 alla riforma Brunetta del 2009 e alla legge Madia del 2015, per arrivare alla disciplina pattizia della contrattazione collettiva del 2022, stagione di importanti negoziati, nell’ambito delle riforme cosiddette abilitanti, ai fini dell’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. L’opera, con l’attenzione sempre rivolta alle implicazioni operative, descrive i principali atti di regolazione del rapporto di lavoro pubblico, in particolare negli enti locali, che vanno dalla sua costituzione, all’inquadramento e a ogni altro aspetto gestionale fino ai doveri e alle responsabilità del dipendente pubblico ed infine alla fase conclusiva del rapporto con la sua estinzione. Il lettore può inoltre accedere a un vasto formulario pronto all’uso di atti di macro e micro-organizzazione e di istituti contrattuali, riformulati con il nuovo CCNL e costantemente aggiornati fino al 31 dicembre 2023. In particolare, la sezione online dell’opera contiene schemi di regolamenti, di determine, di convenzioni, di bandi, di contratti, di codici di comportamento e di piani, tra cui il PIAO. Sono inoltre disponibili alcuni modelli Excel di calcolo personalizzabili e stampabili. Angelo CapalboSegretario generale, Cavaliere, avvocato, valutatore e pubblicista.

Angelo Capalbo | 2023 Maggioli Editore

 

Redazione Il Personale

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento