Patroni Griffi, la P.A. non sia ostacolo a sviluppo del Paese ma volano dell’economia

Il ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, nell’audizione davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato sulle linee programmatiche del suo Dicastero ha affermato che ”occorre attaccare le criticità e le sacche di inefficienza ancora presenti nella pubblica amministrazione che deve cessare di essere considerata un fattore di ostacolo allo sviluppo e alla crescita del Paese, ma deve costituire un volano di competitivita’ del sistema”.

”Come rimarcato dal presidente Monti nelle dichiarazioni programmatiche – sottolinea il ministro – tra le principali azioni a sostegno della crescita ci sono le misure volte a migliorare l’efficienza dei servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche, perche’ migliorare i servizi, che costituiscono il core di una moderna visione della ‘funzione pubblica’, vuol dire migliorare il prodotto delle prestazioni amministrative, contestualmente migliorando l’outcome di contesto, e quindi l’impatto dell’attivita’ amministrativa sullo sviluppo del Paese”.

Questo, comunque, conclude il ministro ”non è un percorso realizzabile in un arco di tempo limitato quale quello di questa fine legislatura”, ma ”ciò non esclude che si possano mettere a punto strumenti che permettano ai governi che ci succederanno di proseguire e stabilizzare il processo di cambiamento, al contempo intervenendo sin d’ora con misure specifiche e mirate”.

(fonte: www.ilpersonale.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.