Enti locali: incentivi per funzioni tecniche assegnabili solo se rispettano il pareggio di bilancio

Il parere di funzione consultiva dell’ANAC 25 ottobre 2023, n. 54 sugli incentivi al personale per funzioni tecniche

27 Novembre 2023
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%

Gli incentivi per funzioni tecniche al personale di un Comune, nel caso in cui il contratto pubblico sia concluso a seguito di affidamento diretto, vanno assegnati solo se vi sono risorse disponibili a bilancio. Lo afferma l’ANAC con il parere di funzione consultiva del 25 ottobre 2023, n. 54, nel quale si evidenza inoltre che l’applicazione della norma prevista dal codice appalti, avvenga nel rispetto del principio di invarianza finanziaria, garantendo quindi l’equilibrio di bilancio.

Facendo riferimento a quanto stabilito all’art. 45 del nuovo codice appalti, che prevede di compensare il personale degli enti con degli incentivi per le funzioni tecniche svolte nel caso di affidamenti diretti, l’Autorità ha fatto presente che le amministrazioni “danno attuazione agli obiettivi della legislazione, provvedendo con le risorse ordinarie di cui possono disporre”. Questo, però, all’interno del vincolo di invarianza della spesa, che poggia sull’obbligo di copertura finanziaria codificato dall’articolo 81 della Costituzione.

>> CLICCA QUI PER CONSULTARE IL PARERE DI FUNZIONE CONSULTIVA ANAC n. 54/2023

Redazione Il Personale

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento