Elezioni RSU: 2,8 milioni di votanti per eleggere 90.000 rappresentanti in tutta Italia

Dal 5 al 7 marzo, saranno circa 2,8 mln i dipendenti pubblici al voto in 24.000 uffici (scuole e ospedali compresi) che dovranno eleggere circa 90.000 rappresentanti in tutta Italia.

Queste elezioni per le Rsu si svolgono con notevole ritardo sulla scadenza naturale: dovevano essere infatti rinnovate già nel 2009 (quelle del comparto Scuola) e nel 2010 (negli altri comparti), ma la riforma Brunetta ha rivisitato profondamente l’assetto organizzativo della P.a., prevedendo un taglio netto di comparti da 12 a 4 (due ‘centrali’ e due ‘locali’). Ne è seguita una lunga discussione sulle modalità di voto, se si dovesse votare cioè con i ‘vecchi’ comparti o con i nuovi che però, di fatto, non sono mai stati organizzati e che presupponevano la scrittura di nuove regole e di accordi. Quindi si voterà sui ‘vecchi’ comparti pre-riforma Brunetta.

(FONTE: www.ilpersonale.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.