Questo articolo è stato letto 3 volte

Depositata la lista degli stipendi dei manager pubblici

Filippo Patroni Griffi, consegnando alle commissioni Affari costituzionali e Lavoro della Camera la lista sulle retribuzioni dei manager pubblici, ha sottolineato come ”le retribuzioni indicate non tengono conto del cumulo di altri incarichi”. ”Le aggiunte, – continua il Ministro – i cumuli dei vari compensi, allo stato attaule non li abbiamo ancora e cercheremo di averle. Però nello schema del decreto c’é un articolo che prevede una dichiarazione annuale del dipendente all’amministrazione di appartenenza degli incarichi e delle relative retribuzioni presso altre amministrazione”.

Dalla lista emerge che il più pagato della pubblica amministrazione è il capo della Polizia Antonio Manganelli, il quale ha percepito per l’incarico 621 mila euro, ma non è detto sia il più “ricco” tra i dirigenti dello Stato, dal momento che alcuni colleghi potrebbero superarlo sommando le retribuzioni ricevute per i diversi incarichi.

Nell’ammnistrazione pubblica figurano altri manager con compensi superiori al mezzo milione di euro l’anno. Ad ogni modo, tutti i nomi nella lista consegnata dal governo al Parlamento (esclusi i dirigenti degli organi costituzionali: Quirinale, Parlamento, Corte costituzionale, e quelli degli enti locali), andranno incontro alle riduzioni di stipendio previste dal decreto attualmente all’esame delle Camere, che fissa un tetto retributivo a 294 mila euro.

(FONTE: www.ilpersonale.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *