Bonus mamme: le istruzioni nella circolare dell’INPS

Le istruzioni fornite dall’INPS in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri di tre o più figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato

5 Febbraio 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
L’INPS attraverso la circolare n. 27 del 31 gennaio 2024 fornisce istruzioni in merito alle modalità operative per l’esonero della contribuzione previdenziale a favore delle lavoratrici (sia del settore pubblico che di quello privato, purchè a tempo indeterminato) che hanno almeno tre figli a carico (due, in via sperimentale, per il 2024).

>> Clicca qui per leggere: Legge di Bilancio 2024: misure per la natalità, bonus nido, congedo parentale

Nello specifico l’articolo 1, comma 180, della legge 30 dicembre 2023, n. 213, ha introdotto, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026, un esonero del 100 per cento della quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico delle lavoratrici madri di tre o più figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, fino al mese di compimento del diciottesimo anno di età del figlio più piccolo. Ai sensi del successivo comma 181, il medesimo esonero è riconosciuto, in via sperimentale, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024, anche alle lavoratrici madri di due figli, con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, fino al mese del compimento del decimo anno di età del figlio più piccolo.

>> CONSULTA LA CIRCOLARE INPS 31 GENNAIO 2024, N. 27

Redazione Il Personale

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento