Questo articolo è stato letto 2.332 volte

Rinnovi contrattuali nel pubblico impiego: prima bozza dell’accordo

le-procedure-della-contrattazione-decentrata-integrativa.jpeg

Ieri l’Aran ha presentato ai sindacati la prima bozza di accordo sui rinnovi contrattuali del pubblico impiego. La bozza raccoglie e modifica gli «istituti del rapporto di lavoro».

Tra le novità introdotte nella prima bozza dell’accordo proposto dall’Aran ci sono:

  • permessi e congedi previsti per i matrimoni anche alle unioni civili;
  • i giorni di assenza per gli “effetti collaterali” di terapie salvavita (emodialisi e chemioterapia) vanno coperti con permessi retribuiti con lo stipendio intero;
  • permessi per un totale di 18 ore annue per visite mediche specialistiche, che consentiranno al dipendente di non perdere l’intera giornata lavorativa per un esame o altri motivi personali o famigliari;
  • i “riposi solidali“, con cui i dipendenti potranno regalare le ferie (oltre i 20 giorni obbligatori, 24 per chi ha un orario su sei giorni), o una quota dei 4 giorni di recupero per festività soppresse, ai colleghi che ne hanno bisogno per motivi di cura o per assistere figli minori.

>> LEGGI LA BOZZA di ACCORDO dell’Aran

 

NOVITA’ EDITORIALE:
La riforma del pubblico impiego e della valutazione

La riforma del pubblico impiego e della valutazione

Arturo Bianco, Alessandro Boscati, Renato Ruffini , 2017, Maggioli Editore
Costituzione del fondo per la contrattazione decentrata del personale e dei dirigenti, anche alla luce dei tetti e dei tagli dettati dalla normativa; ripartizione delle risorse per la incentivazione del personale, applicazione della produttività e delle altre forme di incentivazione del...

40,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>