Questo articolo è stato letto 550 volte

Congedo parentale facoltativo: per i padri non è prorogato per il 2017

congedo parentale

Con messaggio n. 828 del 24 febbraio 2017, l’INPS comunica che il congedo facoltativo per i padri non è prorogato per l’anno 2017 e, pertanto, non potrà essere fruito né indennizzato da parte dell’Istituto; mentre il congedo obbligatorio è stato prorogato.
Non potranno, pertanto, essere presentate domande all’Istituto e, per tutto l’anno solare 2017, non dovranno essere esposte in Uniemens, né giornate di assenza con causale MA9, né importi da porre a conguaglio con causale L061.

LEGGI il MESSAGGIO INPS relativo a nascite e adozioni/affidamenti avvenuti nell’anno solare 2017.

L’Inps ricorda che il congedo obbligatorio è pari a due giorni da fruire, anche in via non continuativa, entro i 5 mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore. Per quanto riguarda le modalità di presentazione della domanda le indicazioni sono contenute nella circolare n. 40/2013.

Sono tenuti a presentare domanda all’Istituto solamente i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’INPS, mentre tutti i lavoratori, per i quali le indennità sono anticipate dal datore di lavoro, devono comunicare in forma scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo di cui trattasi, senza necessità di presentare domanda all’Istituto. In questi casi, infatti, i datori di lavoro comunicano all’INPS le giornate di congedo fruite, attraverso il flusso Uniemens, secondo le disposizioni fornite con messaggio Hermes n.6499 del 18 aprile 2013.

Per maggiori approfondimenti sul tema, CONSULTA lo SPECIALE sui CONGEDI PARENTALI

 

Ti consigliamo il VOLUME:

giustificazione_assenze

La giustificazione delle assenze negli Enti locali

di  Livio Boiero

Questo volume unifica la stratificata disciplina delle assenze in un “testo unico” in cui tutte le tipologie di assenze sono ordinate e inquadrate grazie al preciso richiamo alla normativa e alla prassi di riferimento.

scopri

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>