Syllabus, cresce la formazione nella PA

3 Aprile 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Dopo un anno dal lancio, avvenuto nel 2023, durante l’Anno europeo delle Competenze, la piattaforma Syllabus progettata e implementata per supportare il potenziamento delle competenze dei dipendenti ha compiuto importanti progressi. L’obiettivo principale era fornire sostegno al percorso di rafforzamento delle competenze, iniziando con quelle necessarie per sostenere i processi di transizione digitale, ecologica ed amministrativa. Attualmente, la piattaforma conta 7.174 amministrazioni pubbliche registrate, di cui il 19% centrali e l’81% locali e altre PA. La formazione è stata programmata per 684.000 dipendenti, grazie anche a un catalogo in continua evoluzione.

I risultati

Nel corso di un anno, 47.000 dipendenti delle amministrazioni pubbliche centrali e locali hanno ottenuto un livello di competenza avanzato in competenze digitali, ricevendo l’open badge corrispondente. Negli ultimi sei mesi, 26.000 persone si sono formate sulla cybersecurity, frequentando corsi realizzati in collaborazione con ACN; altre 23.000 si sono aggiornate sulle novità del codice dei contratti, in collaborazione con l’Università di Perugia.
L’adesione alla piattaforma Syllabus da parte delle amministrazioni e dei dipendenti continua a crescere costantemente, dimostrando un diffuso bisogno di formazione e l’efficacia del modello proposto dal Dipartimento della Funzione Pubblica. Si tratta di una formazione di qualità, erogata in modalità di auto-apprendimento tramite una piattaforma online innovativa, ideale per essere integrata con l’attività lavorativa.

Le parole del ministro Zangrillo

In linea con le direttive del ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo, del 23 marzo 2023 e del 28 novembre 2023 riguardanti la formazione e la valutazione delle performance individuali, Syllabus concretizza e rende esigibile il “diritto alla formazione” di almeno 24 ore all’anno per ogni dipendente. Inoltre, fornisce una fonte unica e indispensabile di conoscenza sulle competenze possedute, consentendo di individuare obiettivi specifici di miglioramento sia per le persone che per le amministrazioni. Il ministro Zangrillo sottolinea l’importanza della formazione come obiettivo e servizio, poiché ritiene che facendo crescere le persone si facciano crescere anche le amministrazioni. Incoraggia tutti i dipendenti a cercare il miglioramento continuo, poiché solo così la Pubblica Amministrazione può guidare il Paese verso la crescita e lo sviluppo.

Il lavoro continua, supportato da iniziative innovative di comunicazione della formazione e di coordinamento. Circa 200 responsabili delle risorse umane e della formazione delle amministrazioni centrali e locali di grandi dimensioni sono coinvolti nella comunità di pratica promossa dal ministro per la Pubblica Amministrazione. Questa comunità rappresenta il primo banco di prova della formazione, poiché coinvolge le capacità e le competenze dei responsabili delle politiche di gestione e sviluppo delle risorse umane e di tutti i dirigenti.

CORSO ONLINE IN DIRETTA

Il Fondo per le politiche di incentivazione del personale e la contrattazione decentrata integrativa (comparto Funzioni Locali):
gli errori più frequenti

Corso on-line in diretta a cura di Andrea Pellegrino
Martedì 9 aprile 2024, ore 9,30-10,30

Iscriviti al corso

 

Redazione Il Personale

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento