La problematica relativa al lavaggio delle divise della Polizia Locale. Cautela da parte degli enti locali

12 Febbraio 2013
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%

di V. Giannotti (ilpersonale.go-vip.net 12/2/2013)

Sino ad oggi molti comuni anche di grandi dimensioni hanno inserito nei contratti decentrati o nei regolamenti di polizia locali, l’indennità per la manutenzione delle uniformi o in alternativa previsto a carico dell’ente il lavaggio di tali uniformi. La problematica era già da tempo conosciuta, tanto che nel 2004 alcuni vigili del Comune di Bologna hanno richiesto all’INPDAP la riliquidazione della propria pensione includendo i citati compensi che, a detta degli interessati, rientravano nella loro retribuzione periodica e come tale soggetta a contribuzione previdenziale. In tale ricorso chiedevano, in via subordinata la possibilità in caso di negazione di vedersi restituite le somme per i contributi versati. La questione approdava alla Corte dei Conti – III sez. centrale d’appello che in data 20 febbraio 2004 con sentenza n.141 evidenziava, per quel che rileva la citata indennità, che secondo la legge vige il principio dell’onnicomprensività della retribuzione, con la sola esclusione degli emolumenti ed indennità previste per legge o dagli accordi collettivi di lavoro.

Continua a leggere l’articolo

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento