Questo articolo è stato letto 119 volte

Inconferibilità di incarichi a componenti di organi politici di livello locale

Quota 100, il punto di vista dell'ANCI: i Comuni rischiano di non assicurare i servizi

Assume ampio rilievo il recente parere emesso dal Servizio consulenza per la Regione Friuli Venezia Giulia datato 3 maggio 2019, n. prot. 6995, in tema di inconferibilità di incarichi a componenti di organi politici di livello locale.
Ecco di seguito la massima che apre il parere: “Sussisterebbe la causa di inconferibilità di cui all’art. 7, co. 2, lett. c), del d.lgs. 39/2013 nei confronti di un amministratore locale che venisse nominato dal sindaco quale componente del consiglio di amministrazione di un’Azienda pubblica di servizi alla persona. Tale inconferibilità riguarda non solo coloro che hanno ricoperto la carica politica nei due anni precedenti l’eventuale conferimento dell’incarico, ma altresì coloro che la ricoprono attualmente”.

>> CONSULTA IL PARERE INTEGRALE DEL SERVIZIO CONSULENZA FVG.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>