Termine dello stato di emergenza: smart working e green pass al lavoro, cosa cambia?

Di particolare rilievo per il mondo del lavoro il fatto che dal 1° aprile 2022 sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green Pass Base per il quale dal 1° maggio 2022 sarà eliminato l’obbligo.

La fine dell’obbligo di super Green Pass sui luoghi di lavoro per gli over 50 è così stabilita, occorrerà fino al 30 aprile 2022 esibire il tampone negativo, mentre la sospensione dallo stipendio non sarà più prevista, anche se rimane la possibilità di multare il dipendente.

Smart working

Il decreto proroga al 30 giugno anche il regime semplificato sullo smart working. Difatti, il ricorso al lavoro agile potrà avvenire su decisione del datore di lavoro (non in base ad accordo individuale) con le procedure semplificate per le comunicazioni da parte delle aziende.

Permane invece l’obbligo vaccinale fino al 31 dicembre 2022, con la sospensione dal lavoro, per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA. Fino alla stessa data rimane il Green Pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

>>Covid, a fine mese emergenza finita

CONSULTA IL COMUNICATO INTEGRALE DEL CDM n. 67.

>Osservatorio nazionale lavoro agile: nominata la Commissione tecnica

Volume consigliato “SMART WORKING E TELELAVORO”.Il presente Ebook nasce dall’esigenza di far chiarezza sulle modalità di lavoro a distanza nelle pubbliche amministrazioni.Si parla di telelavoro e del lavoro agile o c.d. smart working, che oggi più che mai assume una grande importanza per fronteggiare l’emergenza di contenimento del virus Covid-19.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.