Questo articolo è stato letto 157 volte

Domanda di partecipazione ad un concorso pubblico: cosa succede se l’istanza viene presentata prima del previsto?

Approfondimento di Livio Boiero

Prove preselettive nei concorsi pubblici

di LIVIO BOIERO

La normativa vigente in materia di concorsi pubblici, costituita dall’art. 4 del d.P.R. n. 484 del 1997 e – per il personale sanitario – dall’art. 3 del d.P.R. n. 220 del 2001, prevede che il termine per la presentazione delle domande scade il trentesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione del bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale.

Per la parte che qui interessa, la norma stabilisce che: <<1. Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice, devono essere indirizzate e presentate direttamente o a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento alla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della funzione pubblica – per i concorsi unici e all’amministrazione competente negli altri casi, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, entro il termine perentorio di giorni trenta dalla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

1-bis. Per gli Enti locali territoriali la pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale di cui al comma 1 può essere sostituita dalla pubblicazione di un avviso di concorso contenente gli estremi del bando e l’indicazione della scadenza del termine per la presentazione delle domande.

2. La data di spedizione delle domande è stabilita e comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante>>.

Cosa succede se una domanda di partecipazione ad un concorso viene trasmessa prima della data prevista come apertura della procedura?

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>