Questo articolo è stato letto 0 volte

Dl Fare: Camera, sì definitivo al testo

dl-fare-camera-si-definitivo-al-testo.jpg

Sì definitivo dell’Aula della Camera al decreto legge Fare. Il testo è stato approvato con 319 sì, 110 no e 2 astenuti.

Ecco alcune misure che riguardano direttamente la PA:

MANAGER PUBBLICI: taglio compensi del 25% per manager delle società a controllo pubblico quotate e non quotate che emettono titoli non azionari, a qualunque titolo determinati, a partire dal prossimo rinnovo – DURT: cancellato il nuovo certificato unico di regolarità tributaria. Resta la responsabilità solidale dell’appaltatore per i versamenti delle ritenute sui redditi dei dipendenti, lo stop vale solo per i versamenti Iva del sub-appaltatore. Diventa obbligatoria l’anticipazione del 10% dell’importo negli appalti – EXPO 2015: Iva al 10% per i biglietti di ingresso e possibilità per le società in house di stipulare contratti a tempo determinato al di fuori dei vincoli della spending review.

ADDIO FAX NELLA PA: le comunicazioni tra pubbliche amministrazioni potranno avvenire solo per via telematica, via posta certificata, e comunque è escluso l’invio di documenti ”a mezzo fax”. Priorità all’utilizzo dei prodotti open source.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>