La previdenza complementare in giro per l’Europa (seconda parte)

S. Oddo Casano (www.ilpersonale.it 3/11/2011)

Il sistema pensionistico del Regno Unito è strutturato su tre livelli: con il primo livello i lavoratori (dipendenti e autonomi) possono contare su una pensione pubblica di base garantita, minima, universale, indicizzata al tasso di inflazione, indipendente dal loro reddito in quanto non correlata alle retribuzioni percepite, e basata sulla promessa intergenerazionale del metodo a ripartizione (il Basic State Retirement Pension). Il prepensionamento è consentito a determinate condizioni, mentre è previsto un incentivo nel caso di prolungamento dell’attività lavorativa: un incremento della pensione pari a un 7,5% per ogni anno di lavoro in più rispetto all’età pensionabile. …

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.