Questo articolo è stato letto 88 volte

Rimborso spese di viaggio per il personale in convenzione – Il Commento di L. Boiero

le-novita-del-conto-annuale-del-personale.jpeg

di L. Boiero

La normativa di rifermento

L’art. 6, comma 12, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, prevede che le Amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese per missioni, anche all’estero, con esclusione delle missioni internazionali di pace e delle Forze armate, delle missioni delle Forze di polizia e dei Vigili del fuoco, del personale di Magistratura, nonché di quelle strettamente connesse ad accordi internazionali ovvero indispensabili per assicurare la partecipazione a riunioni presso enti e organismi internazionali o comunitari, nonché con investitori istituzionali necessari alla gestione del debito pubblico, per un ammontare superiore al 50 per cento della spesa sostenuta nell’anno 2009.
Gli atti e i contratti posti in essere in violazione della suddetta  disposizione costituiscono illecito disciplinare e determinano responsabilità erariale.
Inoltre,  gli articoli 15 della legge 18 dicembre 1973, n. 836 e 8 della legge 26 luglio 1978, n. 417 e relative disposizioni di attuazione, aventi ad oggetto la possibilità di consentire l’uso   di  un  proprio mezzo  di  trasporto  e la determinazione del quantum della dovuta indennità di trasferta, non si applicano al personale contrattualizzato di cui al d.lgs. n. 165 del 2001, rendendo inefficaci anche le analoghe previsioni contrarie contenute  nei contratti collettivi.
Sulle disposizioni in commento  si sono pronunciate le Sezioni riunite della Corte dei Conti con le seguenti delibere: n. 8/2011; n. 9/2011; n. 21/2011, chiarendo i seguenti principi.

Continua a leggere l’articolo

Novità editoriale:

procedimento_disciplinare

Il procedimento disciplinare nel pubblico impiego

di Livio Boiero

Il volume risulta importante sia per il datore di lavoro, che deve applicare le sanzioni, sia per il dipendente che si trova coinvolto in un procedimento disciplinare, al fine di impostare correttamente la propria difesa.
Il lavoro prende in considerazione anche le ultime novità in materia di whistleblowers e delle azioni del Governo assunte per contrastare il fenomeno del c.d. “furbetto del cartellino”.

Immagine 1

 

 

 

 

CORSO audio video online a cura dell’Avv. Donato Antonucci

Il licenziamento disciplinare dei dipendenti pubblici alla luce del Decreto attuativo della riforma Madia

>> CLICCA QUI per consultare il PROGRAMMA <<

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>