Questo articolo è stato letto 3.707 volte

Orientamenti applicativi ARAN: malattia nel giorno di recupero del riposo compensativo

orientamenti-applicativi-aran-malattia-nel-giorno-di-recupero-del-riposo-compensativo.jpeg

Con parere del 14/10/2014 l’ARAN risponde al seguente quesito:

Se un lavoratore si ammala nel giorno della settimana preventivamente stabilito per il recupero compensativo della giornata di riposo settimanale a suo tempo non goduta, ai sensi dell’art.24, comma 1, del CCNL del 14.9.2000, lo stesso ha diritto ad un ulteriore spostamento della giornata di riposo da recuperare o questa viene assorbita, come normalmente accade per i riposi settimanali, dalla malattia?

Relativamente a tale particolare problematica, si ritiene utile fornire i seguenti elementi di valutazione:

  • la giornata di riposo settimanale è un diritto irrinunciabile dei lavoratori e corrisponde al settimo giorno della settimana lavorativa, di regola la domenica; tale diritto è rafforzato anche dal D.Lgs.n.66/2003;
  • pertanto, il lavoro ordinario settimanale può essere articolato al massimo su sei giorni lavorativi e non su sette, infatti il settimo giorno, deve essere necessariamente considerato come giornata di riposo settimanale;
  • ai lavoratori che, in via eccezionale, siano chiamati a prestare attività lavorativa nel giorno di riposo settimanale, deve essere applicata la disciplina dell’art. 24, comma 1, del CCNL del 14.9.2000, senza possibilità di deroghe in sede locale;
  • pertanto, in applicazione della suddetta clausola contrattuale, il giorno che viene espressamente e formalmente individuato come destinato al riposo compensativo si viene ad identificare come il nuovo giorno del riposo settimanale del dipendente;
  • ciò comporta che il caso del lavoratore che si ammala mentre usufruisce di riposo compensativo è analogo a quello del lavoratore che si ammala di domenica; conseguentemente, lo stesso non recupera alcuna giornata di riposo;
  • nella disciplina contrattuale l’effetto interruttivo della malattia è riconosciuto solo al lavoratore che usufruisce delle ferie; ai fini dell’interruzione del godimento delle ferie, l’art. 18, comma 14, del CCNL del 6.7.1995 richiede che intervenga una malattia di durata superiore a 3 giorni (quindi almeno 4) o che abbia comportato il ricovero ospedaliero e non si estende anche al caso del riposo settimanale o dell’equivalente recupero compensativo.

3 thoughts on “Orientamenti applicativi ARAN: malattia nel giorno di recupero del riposo compensativo

  1. Se sono in malattia per 5 giorni ma il quinto giorno è un riposo, quest’ultimo giorno mi viene pagato? O mi spetta un’altro giorno di riposo?

  2. Buongiorno
    sono una docente utilizzata in altri compiti,
    La scorsa settimana ho preso 5 giorni di malattia ( dal 19 giugno al 23 giugno)
    Nel piano ferie che ho presentato l’ultimo giorno della malattia cioè il 23 ho preso la F,S,,,,,
    La mia segreteria dice che il giorno di festività l’ho perso.E’ vero? Grazie!

  3. Ho lavorato da lunedì a Sabato, il riposo di Domenica mi è stato revocato per esigenze di servizio. Così ho lavorato 7 giorni su 7 senza usufruire di riposo, mi veniva corrisposta la compensazione di € 8,00. Il mese successivo mi sono ammalato dieci giorni per bronchite. L’amministrazione mi riferisce che il Riposo Recupero viene assorbito dalla malattia e lo perdo. Secondo voi questo riposo lo perdo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>