Questo articolo è stato letto 1 volte

I contratti di formazione e lavoro soggetti al limite del 20% in sede di trasformazione a tempo indeterminato

i-contratti-di-formazione-e-lavoro-soggetti-al-limite-del-20-in-sede-di-trasformazione-a-tempo-indeterminato.jpeg

di V. Giannotti (www.ilpersonale.it 18/1/2012)

Con deliberazione n. 146 nell’adunanza del 21 dicembre 2011 la Corte dei Conti, sezione regionale del Lazio, a seguito della richiesta avanzata dal Comune di Frosinone ha stabilito che i contratti di formazione e lavoro in sede di conversione con contratti a tempo indeterminato soggiaccio ai limiti di cui all’art. 76, comma 7, del d.l. n. 112/2008, così come convertito con legge n. 133/2008, modificato dall’art. 14, comma 9, del d.l. n. 78/2010 convertito con legge n. 122/2010, ossia nei limiti del 20% delle cessazioni avvenute nell’anno precedente.
Tale parere si muove in ambito particolarmente restrittivo negli enti locali, nonostante la programmazione del fabbisogno del personale sia stata effettuata prima delle legge citata.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>