Questo articolo è stato letto 0 volte

Eccedenze

LA PAROLA CHIAVE – Per eccedenze si intendono le unità di personale in più rispetto alle piante organiche delle pubbliche amministrazioni. Il Dl 95/2012, che stabilisce un taglio del 20% dei dirigenti e del 10% del personale non dirigenziale della Pa, prevede un sistema ragionato di assorbimento delle eccedenze che inizia con le compensazioni tra amministrazioni. Poi si ricorre a pensionamenti e prepensionamenti calcolati fino al 31 dicembre 2014, alla mobilità guidata o volontaria entro il 31 marzo 2013, ai contratti di solidarietà da definire entro il 31 maggio 2013. Per ultimo, scatta il collocamento in disponibilità per due anni.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>