Questo articolo è stato letto 43 volte

Riscatto periodo di servizio in qualità di vice pretore

Approfondimento di L. Boiero

Pagamento IRAP dovuta dal Comune sui compensi professionali dei propri avvocati

La Corte dei conti, sezione giurisdizionale per la Valle d’Aosta, aveva sollevato una questione di legittimità costituzionale dell’art. 67 del regio decreto-legge 3 marzo 1938, n. 680 (Ordinamento della Cassa di previdenza per le pensioni agli impiegati degli enti locali), in quanto  tale disposizione violerebbe i principi posti dagli artt. 3 e 36 della Costituzione, non contemplando, per i dipendenti degli enti locali, la riscattabilità dei periodi di attività prestati in qualità di vice pretore reggente per un tempo non inferiore a sei mesi, come invece previsto, per i dipendenti civili e militari dello Stato, dall’art. 14, primo comma, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1973, n. 1092 (Approvazione del testo unico delle norme sul trattamento di quiescenza dei dipendenti civili e militari dello Stato).

Continua a leggere l’articolo

 

Novità editoriale:

I contratti degli enti locali

I contratti degli enti locali

Maurizio Lucca, 2018, Maggioli Editore
Il testo intende svolgere un’analisi delle principali forme negoziali presenti nell’ordinamento degli Enti locali e guidare l’operatore pubblico, sia esso responsabile del procedimento o ufficiale rogante, nella redazione del singolo contratto, alla luce delle recenti novità normative,...

145,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>