Questo articolo è stato letto 0 volte

Manovra “Salva-Italia”: soppressione dell’Inpdap

manovra-salva-italia-soppressione-dellinpdap.jpeg

Fra le misure della manovra approvata in Consiglio dei ministri, c’è il trasferimento all’Inps di personale e risorse finanziarie dell’ente di previdenza dei dipendenti della pubblica amministrazione (Inpdap) e di quello quello per i lavoratori dello spettacolo (Enpals).

“In considerazione del processo di convergenza ed armonizzazione del sistema pensionistico attraverso l’applicazione del metodo contributivo, nonché al fine di migliorare l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa nel settore previdenziale e assistenziale – si legge nella manovra  – l’Inpdap e l’Enpals sono soppressi dalla data di entrata in vigore del presente decreto e le relative funzioni sono attribuite all’Inps, che succede in tutti i rapporti attivi e passivi degli Enti soppressi”.

L’addio a questi due enti potrebbe garantire una riduzione dei costi complessivi di funzionamento relativi all’Inps e agli enti soppressi non inferiore a 20 milioni di euro nel 2012, 50 milioni di euro per l’anno 2013 e 100 milioni di euro a decorrere dal 2014».

(FONTE: www.ilpersonale.it)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>