Questo articolo è stato letto 1 volte

La nuova frontiera del Wefare

la-nuova-frontiera-del-wefare.jpeg

di S. Oddo Casano (www.ilpersonale.it 31/5/2012)

Parlare, oggi, del sistema di Welfare e pensare soltanto al sistema pensionistico è assolutamente riduttivo e poco realistico rispetto alla situazione che si sta delineando.

Infatti tutte le economie occidentali, affinché i rispettivi sistemi siano orientati alla sostenibilità di medio/lungo periodo, dovranno fare i conti con i mutamenti economici e socio-demografici conseguenti allo sviluppo delle società moderne: l’invecchiamento progressivo della popolazione, tra questi, riveste un ruolo di particolare importanza ed è foriero di notevoli conseguenze.

Tra l’altro, proprio per affrontare il rapido invecchiamento della sua popolazione e la riduzione del tasso di natalità, la stessa Unione Europea ha scelto di dedicare l’Anno europeo 2012 all’invecchiamento attivo e alla solidarietà tra le generazioni, un‘occasione per sostenere e promuovere una cultura dell’invecchiamento attivo in Europa che valorizzi l’utile contributo degli anziani alla società e all’economia, favorendo opportune condizioni di lavoro, di partecipazione alla vita sociale e di vita sana ed indipendente.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>