Questo articolo è stato letto 0 volte

La giurisprudenza amministrativa torna sulle Avvocature interne all’ente locale

la-giurisprudenza-amministrativa-torna-sulle-avvocature-interne-all%c2%92ente-locale.jpeg

di G. Crepaldi (www.ilpersonale.it 1/8/2012)

Due recenti pronunce amministrative intervengono sul tema delle avvocature interne agli enti locali.
La prima, e più importante, è la sentenza del Consiglio di Stato, sez. V, 14 febbraio 2012 n. 730. Il Consiglio di Stato compie, innanzitutto, alcune riflessioni sui limiti del  potere di auto-organizzazione delle pubbliche amministrazioni affermando che esso, sebbene sia riconosciuto in modo ampio dall’art. 97 Cost., deve sempre dimostrarsi ragionevole (rispettoso dell’ordine logico e dei principi di cui allo stesso art. 97 Cost.) e deve rispettare le norme esistenti e, in particolare, le guarentigie attribuite a determinate categorie di soggetti operanti nell’ambito della pubblica amministrazione. In caso differente, l’atto di macro-organizzazione dovrebbe essere oggetto del sindacato del giudice amministrativo finalizzato alla rimozione.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>