Questo articolo è stato letto 2 volte

I limiti alla assunzione del personale trasferito alle società

i-limiti-alla-assunzione-del-personale-trasferito-alle-societa.jpeg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 19/11/2012)

La esternalizzazione della gestione dei servizi pubblici locali deve fare i conti con le limitazioni esistenti alle assunzioni di personale nel caso in cui l’ente scelga di assumere nuovamente in modo diretto tale attività. Non è in alcun modo possibile considerare questa spesa come già compresa nel tetto di quella dell’ente locale, anche se tale inclusione è prevista per tutto il personale dipendente dalle società controllate ai fini del rispetto del tetto del 50% rispetto al totale della spesa corrente. E non si possono neppure invocare i principi affermati di recente dal legislatore, articolo 25 del d.l. n. 1/2012, per cui la tutela dei livelli occupazionali deve essere assunta come uno dei criteri da privilegiare nei bandi per il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali. Allo stato attuale della legislazione, i vincoli dettati dal legislatore statale alle assunzioni ed alla spesa di personale sono da assumere come un vincolo ineludibile.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>