Questo articolo è stato letto 81 volte

Dimissioni, niente convalida nella p.a.

La nuova procedura sulle dimissioni introdotta dalla riforma Fornero non si applica ai dipendenti pubblici almeno fino a quando non verrà recepita con appositi provvedimenti.
Lo spiega il ministero del lavoro nell’interpello n. 35/2012, rispondendo all’Università di Firenze.
Dal 18 luglio, la legge n. 92/2012 ha introdotto una nuova procedura di convalida delle dimissioni dal lavoro finalizzata a contrastare il cosiddetto fenomeno delle «dimissioni in bianco».
La stessa legge, tuttavia, precisa che le nuove disposizioni «costituiscono principi e criteri per la regolazione dei rapporti di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del dlgs n. 165/2001».
Da tale norma, spiega il ministero, si evince che la nuova disciplina sulle dimissioni trova applicazione pure nei confronti del personale delle pubbliche amministrazioni ma soltanto una volta che saranno stati emessi i necessari provvedimenti di attuazione.

Fonte: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>