Questo articolo è stato letto 0 volte

Battaglia (Confsal Unsa): bene Letta su stabilità, ma restano criticità P.a.

battaglia-confsal-unsa-bene-letta-su-stabilita-ma-restano-criticita-pa.jpg

“La Federazione Confsal-Unsa, pur apprezzando le dichiarazioni del presidente del Consiglio Letta sulla necessità di stabilità per il nostro Paese, non ritiene ancora sufficienti né i programmi né le risposte fin qui offerte dal suo governo per risolvere le criticità che gravano sui dipendenti pubblici”. E’ quanto dichiara Massimo Battaglia, segretario generale della Federazione Confsal-Unsa.

“Se Letta ha chiesto ai dipendenti pubblici di giudicare se il suo governo è ‘del fare’ -prosegue Battaglia- gli rispondiamo che per noi è ancora un governo ‘del rimandare’. Riteniamo doveroso ricordare al presidente Letta che milioni di lavoratori pubblici sono senza contratto dal 2009 e con stipendi bloccati dal 2010, e ciò ha trasformato la stragrande maggioranza della categoria, con redditi medio bassi, in una fascia sociale a rischio indigenza”.

“Eppure -dice Battaglia- stiamo parlando di lavoratori che mandano avanti con grande difficoltà e sacrificio tutta la pubblica amministrazione italiana, come i tribunali, le carceri, le prefetture, i musei, le motorizzazioni, le ragionerie, gli impianti militari. Chiediamo pertanto che questo governo, se continuerà a lavorare come ci auguriamo, metta tra le sue priorità il reperimento delle risorse per lo sblocco del contratto dei dipendenti pubblici e di prendere questa misura già nella prossima legge di stabilità. E’ questo per noi -conclude- uno dei compiti fondamentale del cammino futuro del governo Letta se vuole essere un vero ‘governo del fare'”.

(FONTE: Adnkronos)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>