Questo articolo è stato letto 4 volte

I limiti massimi per la permanenza in servizio (1)

di  S. Oddo Casano (www.ilpersonale.it 21/3/2012)

Come è facilmente comprensibile, uno degli argomenti che più ha catturato l’attenzione dei lavoratori subordinati a proposito dell’ultima riforma previdenziale è quello relativo ai nuovi requisiti anagrafici e contributivi per la maturazione del diritto al trattamento pensionistico.

A tal proposito, le diverse Amministrazioni pubbliche hanno ricevuto dai propri dipendenti innumerevoli richieste di chiarimento; per questo motivo, il Dipartimento della Funzione pubblica ha ritenuto opportuno emanare una propria circolare esplicativa sull’art. 24 del “Decreto Salva Italia” (d.l. n. 201/2011, convertito nella legge n. 214 dello stesso anno).

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *