Questo articolo è stato letto 3 volte

Tassatività delle previsioni del codice disciplinare in caso di condanna per fatti commessi al di fuori del rapporto di lavoro

tassativita-delle-previsioni-del-codice-disciplinare-in-caso-di-condanna-per-fatti-commessi-al-di-fuori-del-rapporto-di-lavoro.jpeg

di R. Squeglia (www.ilpersonale.it 18/10/2013)

Con l’arresto n. 20158 del 3 settembre 2013, la S.C. si pronuncia sulla questione della tassatività delle previsioni del codice disciplinare nella indicazione delle ipotesi di illecito disciplinare.

In particolare, i giudici di legittimità si soffermano sul problema della tipicità di siffatte indicazioni nell’ipotesi di irrogazione della sanzione espulsiva, con riferimento al caso di un dipendente di una casa di cura che aveva riportato condanna penale per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti (art. 73 D.P.R. 309/90).

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>