Questo articolo è stato letto 4 volte

Nuova procedura per il censimento permanente delle autovetture di servizio

nuova-procedura-per-il-censimento-permanente-delle-autovetture-di-servizio.jpg

Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 settembre 2014, nel determinare il numero massimo e delle modalità di utilizzo delle autovetture di servizio con autista adibite al trasporto di persone, ha abrogato il precedente decreto del 3 agosto 2011 e ha introdotto nuove modalità di rilevazione dei dati relativi alle autovetture di servizio.

Nello specifico è previsto (art. 4) un censimento permanente delle autovetture di servizio, al quale partecipano tutte le amministrazioni individuate dall’ISTAT ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 31 dicembre 2009, n. 196.

Il censimento è stato curato dal Dipartimento della Funzione Pubblica, che ha predisposto una nuova procedura di acquisizione dei dati.

Una lettera del ministro Madia (PDF) – ha aggiornato tutte le amministrazioni sull’avvio delle nuove modalità per il censimento permanente.

Per l’inserimento dei dati è necessario che ciascuna amministrazione effettui una Nuova Registrazione.

L’applicativo, obbligatorio per gli adempimenti del censimento previsto dall’articolo 4 del Dpcm, consente anche l’inserimento dei dati relativi al numero delle autovetture di servizio presso le amministrazioni centrali dello Stato.

Per ogni esigenza di informazioni e assistenza sulle modalità di registrazione e inserimento dei dati è possibile inviare una e-mail all’indirizzo help-desk@autodiservizio.it.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>