Questo articolo è stato letto 0 volte

I congedi parentali

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 25/2/2013)

Non si applica ai dipendenti pubblici il vincolo a godere di almeno un giorno di congedo parentale entro i i primi 5 mesi di vita del proprio figlio, né quello per cui, d’intesa con le mamme questi giorni possono diventare, sempre entro lo stesso periodo, fino a 3, con corrispondente riduzione dei periodi di congedo di maternità. Sono queste le indicazioni contenute nel parere   20 febbraio 2013, prot. 8629, del Dipartimento della Funzione Pubblica. Si applica invece in modo generalizzato la disposizione per cui in favore dei neo genitori possono essere erogati voucher per consentire la fruizione dei servizi per la prima infanzia del babysitting o della frequenza ad asili nido. Ricordiamo che queste sono le possibilità introdotte, in via sperimentale per il triennio 2013/2015, dalla legge n. 92/2012, c.d. Fornero, e che sono oggetto di specifica regolamentazione nel Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, 22 dicembre 2012, “

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>