Questo articolo è stato letto 221 volte

Riforma dei concorsi pubblici: breve rassegna delle disposizioni principali

In attesa della circolare recante le indicazioni operative, in corso di elaborazione presso il Dipartimento della Funzione pubblica, è possibile ricavare le direttrici essenziali della nuova disciplina in materia di concorsi pubblici attraverso la lettura dell’art. 10 del decreto legge n. 44/2021, cd. Decreto Aprile. Il provvedimento citato reca la modifica permanente delle regole relative allo svolgimento delle procedure concorsuali. Sono inoltre delineate le modalità di svolgimento per i bandi pubblicati prima del 1° aprile, “qualora non sia stata svolta alcuna attività”: sono dunque esclusi i concorsi per i quali siano già avviate le procedure preselettive o orali.

Le novità principali

In considerazione della fase di emergenza, la norma consente alle Amministrazioni di bandire i concorsi prevedendo una sola prova scritta, mentre la prova orale diviene facoltativa. Sarà inoltre obbligatorio approntare i necessari strumenti informatici e digitali funzionali tanto all’organizzazione quanto all’effettiva attuazione delle procedure, mentre è rimessa alla discrezionalità degli enti la possibilità di svolgere la prova orale in videoconferenza. Dev’essere ad ogni modo garantita la pubblicità, la corretta identificazione dei partecipanti e il rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali. Ha suscitato qualche perplessità l’attivazione di una fase di preselezione incentrata sulla cernita dei titoli legalmente conosciuti, nonché sull’eventuale esperienza professionale accumulata, in quanto potrebbe rivelarsi una condizione ostativa al reclutamento dei candidati più giovani. Le PA potranno avvalersi di più sedi atte ad ospitare le procedure concorsuali, come sancito tra l’altro dall’art. 247 del Decreto Rilancio.

Le Linee guida

Le prove in presenza saranno ammesse a partire dal 3 maggio, secondo le modalità individuate nelle Linee Guida del Comitato tecnico scientifico: l’esame non potrà durare più di un’ora, candidati e personale dovranno effettuare il tampone nelle 48 ore precedenti e sarà inoltre obbligatorio indossare la mascherina. Si raccomanda di instaurare un efficace rapporto di collaborazione con la protezione civile regionale e nazionale per garantire lo svolgimento delle prove nelle condizioni di massima sicurezza. La norma contempla anche l’eventuale suddivisione delle commissioni esaminatrici in sottocommissioni, per le quali dovranno essere nominati componenti, segretari e nuovi presidenti.

>> SPECIALE CONCORSI PUBBLICI.

Il concorso pubblico nelle amministrazioni locali

Il concorso pubblico nelle amministrazioni locali

Giampaolo Teodori, Nicola Niglio, 2020, Maggioli Editore
Nell'ordinamento giuridico italiano la costituzione del rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni è attuata mediante concorso pubblico, inteso come metodo che offre le migliori garanzie di selezione dei più capaci. La materia dei pubblici concorsi rappresenta un...

55,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *