Questo articolo è stato letto 353 volte

Nessuna procedura concorsuale per gli incarichi dirigenziali a termine, ex comma 1 dell’art. 110 del TUEL

Approfondimento di Maurizio Lucca

Dirigente pubblico nominato presidente di azienda speciale

La sez. giurisdizionale del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana del 16 marzo 2020, n. 171 interviene per chiarire le modalità dell’affidamento di incarichi dirigenziali, ex art. 110, comma 1 del d.lgs. n. 267/2000 e la relativa giurisdizione.

Il primo comma dell’art. 110 «Incarichi a contratto» del TUEL stabilisce che:

  • «lo statuto può prevedere che la copertura dei posti di responsabili dei servizi o degli uffici, di qualifiche dirigenziali o di alta specializzazione, possa avvenire mediante contratto a tempo determinato», serve la fonte statutaria, ovvero, non è possibile operare con contratti a termine con norma regolamentare;
  • «Per i posti di qualifica dirigenziale, il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi definisce la quota degli stessi attribuibile mediante contratti a tempo determinato, comunque in misura non superiore al 30 per cento dei posti istituiti nella dotazione organica della medesima qualifica e, comunque, per almeno una unità», il numero è contingentato con riferimento a posti presenti, potendo sempre assumerne almeno uno(1);
  • «Fermi restando i requisiti richiesti per la qualifica da ricoprire, gli incarichi a contratto di cui al presente comma sono conferiti previa selezione pubblica volta ad accertare, in capo ai soggetti interessati, il possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell’incarico», i requisiti devono coincidere con la qualifica non potendo stabilirne di diverse(2), vanno individuati con una procedura selettiva(3) con valenza para–concorsuale non potendo effettuare le scelte intuitu personae(4), deve verificare la compresenza di due condizioni curriculari: l’esperienza che va verificata nel concreto, anche della durata, accompagnata da una specializzazione settoriale corrispondente al posto da ricoprire, ossia l’oggetto negoziale del contratto da sottoscrivere.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>