Questo articolo è stato letto 2 volte

Rsu pubblico impiegoSi profila il ribaltone Cgil

Lo scrutinio dei voti non si è ancora concluso, ma Gian Marco Brumana, segretario Fp-Cgil di Bergamo parla di un «risultato storico» della categoria: «Per la prima volta siamo il sindacato più votato».
Il terreno di gioco è quello del rinnovo delle Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie) nel pubblico impiego, che comprende le autonomie locali, gli enti pubblici non economici, i ministeri, le agenzie fiscali e la sanità pubblica (unico ambito in cui i risultati sono definitivi). Su 14.013 aventi diritto nella nostra provincia, stando ai dati raccolti nel tardo pomeriggio (18,30) di ieri dalla Cgil, hanno votato in 10.031 e la Fp-Cgil ha ottenuto 4.164 preferenze (pari al 43,07% dei voti), la Fp-Cisl 3.332 (34,46%) e Uil Fpl e Uilpa 383 (3,96%). Le altre sigle, invece, in totale hanno ottenuto 1.789 voti (18,50%). Seppure in presenza di risultati parziali si profila un ribaltone, che vede in testa la Cgil. I dati del precedente rinnovo della Rsu nel pubblico impiego (siamo nel 2007), infatti, davano la Fp-Cisl al 41,36% con 4.129 voti e 370 delegati, la Fp-Cgil al 35,03% con 3.497 voti e 245 delegati e Uil Fpl e Uilpa al 6,52% con 651 voti e 50 eletti.
Mauro Gatti, segretario Fp-Cisl, preferisce commentare i dati a scrutinio terminato. «Per il momento mi limito a prendere atto del risultato (definitivo) nella sanità pubblica, dove, se nelle precedenti elezioni la Fp-Cisl era in testa al Bolognini di Seriate, all’Azienda ospedaliera di Treviglio e all’Asl di Bergamo (non, invece, ai Riuniti, ndr), oggi risulta in maggioranza solo al Bolognini». A riguardo Gatti precisa che «nella sanità privata la Cgil ha corso da sola (ottenendo 1.049 voti, Nursind 360, Usb 34, ndr); Cisl e Uil presenteranno le liste più avanti in modo da avviare una riflessione seria sul settore».
La Uil sembrerebbe «tenere». Emanuela Leoni, segretario della Uil Fpl (enti locali e sanità), parla di «un risultato in linea con quello del 2007», mentre Livio Paris, segretario della Uilpa (pubblica amministrazione), afferma che «la Uilpa ha ottenuto 277 voti, a fronte di 118 iscritti, su 1.063 votanti, passando da 13 a 23 delegati». Cesare Maggiore, invece, segretario Uil Scuola, parla di «una leggera crescita, stando ad una media campione effettuata su 5 scuole (su un totale di 144 scuole, il sindacato ha presentato le proprie liste in 74, ndr)».
Alfredo De Marchi, segretario Fials (Federazione italiana autonomie locali e sanità), precisa: «Dopo Cgil e Cisl siamo il primo sindacato in Asl e al Bolognini, mentre ai Riuniti e all’Azienda ospedaliera di Treviglio, conquistiamo un seggio, che prima non avevamo».

Fonte: L'Eco di Bergamo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>