Questo articolo è stato letto 522 volte

Riduzione del salario accessorio per il 2017: in vigore anche a seguito dell’ illegittimità costituzionale della Legge Madia

Approfondimento di V. Giannotti

salario accessorio

I giudici contabili affrontano il delicato problema riguardante la vigenza, nell’anno 2017, delle limitazioni del salario accessorio disposte dall’art. 1, comma 236, della L. n. 208/2015, a seguito della dichiarazione di illegittimità costituzionale degli articoli 11 e 17 della L. 7/08/2015, n. 124 recante deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. La domanda posta da un Sindaco di un comune riguarda la legge di stabilità 2016 che al comma 236, appare legata all’attuazione della riforma della pubblica amministrazione per la presenza della locuzione: “nelle more dell’adozione dei decreti legislativi attuativi degli articoli 11 e 17 della legge 7 agosto 2015 n. 124”, considerato che i predetti articoli sono stati dichiarati costituzionalmente illegittimi ed il termine per l’esercizio della delega risulta scaduto ed il decreto attuativo è stato ritirato dal Governo alla luce della sentenza della Consulta n.251/2016.
La risposta è stata data dalla Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Puglia, con la deliberazione 24/01/2017 n.6 qui di seguito commentata.

Le motivazioni del collegio contabile

Per i giudici contabili pugliesi la normativa sulla riduzione del salario accessorio, disciplinata dalla citata legge di stabilità 2016, conserva ancora la sua vigenza per le seguenti rilevanti motivazioni…

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>