L'esperto risponde - Quesito

» Quesito

Oggetto: Fondo Incentivante anno 2015. personale di comparto . Richiesta di parere. Premesso che questo Comune con deliberazione di Giunta Comunale del novembre 2015 procedeva ad una ricognizione e quantificazione dei fondi incentivanti del personale di comparto , in applicazione dell'art. 4 DL 16/2014 per il periodo 1999 ? 2014. Succesivamente, con determinazione dirigenziale separate del mese di marzo 2016, approvava le costituzioni del fondi incentivanti per gli anni 2014 e 2015. Nel maggio 2016 procedeva alla sottoscrizione della pre ? intesa con le R.S.U.per l'anno 2015 cui seguiva la relazione del collegio dei revisori dei conti, favorevole, supportata dalle relazione illustrativa e tecnica ? finanziaria. In tutti gli atti di cui sopra, con riferimento alle risorse 2015 si rinviava ad appositi stanziamenti nel bilancio 2015 e, per la premialità 2015, in applicazione del punto 5.2 del principio contabile 4/2 del Dlgs 118/2011, alla imputazione nel bilancio 2016. E' utile puntualizzare che il fondo è costituito in via prevalente da quote di risorse stabili sicchè la premialità per performance 2015 è finanziata con tali risorse, senza ricorso a risorse variabili, quali a titolo esemplificativo art. 15 c. 2 e art. 15 c. 5 CCNL 1999. A titolo di risorse variabili infatti vi sono esclusivamente quelle destinate a finanziare i fondi incentivi per recupero ICI, progettazione e Avvocatura. Nel mese di ottobre 2016, l'Ente procede ad erogare le risorse a saldo del fondo 2014, procedendo ad una parziale applicazione, benchè prevalente, dell'avanzo vincolato anno 2015. Al 31.12.2016 non era stato completato da parte dell'OIV il processo di valutazione della perfomance 2015. Oggi, luglio 2017 (considerato che con il decorso del tempo sono state comunque erogate le risorse per impieghi stabili ? indennità di comparto, retribuzioni di P.O.,P.E.O.,indennità di turno e reperibilità ) volendo procedere alla adozione della Deliberazione di autorizzazione alla definitiva sottoscrizione della pre-intesa del maggio 2016, relativa al fondo incentivante 2015, propedeutica alla liquidazione delle risorse collegate alla performance 2015 ed alle indennità di responsabilità ( finanziati con i residui delle risorse stabili art.31 c.1 CCNL 2004 ) e risultando non ancora conclusa definitivamente la procedura di valutazione dei dipendenti per l'anno 2015 ( l'amministrazione non ha ancora ricevuto dall'OIV la relazione conclusiva relativa alla performance 2015 ) ci si trova davanti a questa prospettiva: 1- il residuo avanzo di amministrazione anno 2015 è insufficiente a coprire per intero le somme residue di cui sopra, ancora da erogare; 2- lo stanziamento nei capitoli, in cui generalmente vengono allocate le risorse del Fondo incentivante al prsonale, nel bilancio di previsione 2017, approvato nel mese di aprile 2017, è stato quantificato in misura tale da assicurare il finanziamento del Fondo anno 2017 , relativamente alle risorse stabili, nonchè il finanziamento del salario accessorio non ancora erogato per l'anno 2015 ( benchè ciò non si rileva da alcun atto formale allegato al bilancio di pervisione 2017, nè il collegio di revisione si sia espresso in merito ). Tutto ciò promesso, per non esporrre l'Ente ad un eventuale azione risarcitoria da parte dei dipendenti ( aggravata da ulteriori oneri ) potendosi nel caso di specie appalesare un indebito arrichimento per l'Ente, considerato che le somme da erogare sono finanziate, in ogni caso, dalle risorse stabili del fondo incentivante, si chiede parere circa le correte attività amministrative e contabili da porre in essere per l' eventuale erogazione delle suddette spettanze.

» Risposta

Il testo della risposta al quesito è disponibile solo per utenti abbonati al servizio