Questo articolo è stato letto 18 volte

Pubblicata la circolare del MEF sulla corretta costituzione del fondo 2015. L’attestazione richiesta all’Organo di revisione contabile

pubblicata-la-circolare-del-mef-sulla-corretta-costituzione-del-fondo-2015-l-attestazione-richiesta-all-organo-di-revisione-contabile.jpg

di V. Giannotti (www.ilpersonale.it 28/7/2015)

Annunciata da tempo, emessa in data 8 maggio 2015, la circolare n. 20 è stata finalmente pubblicata sul sito del MEF in data 23 luglio 2015. A differenza della bozza circolata, la nuova circolare non contiene più alcun riferimento operativo e numerico di come debba essere applicata la riduzione dei fondi integrativi per l’anno 2015. Il ritardo in tale pubblicazione è ascrivibile alla registrazione della stessa da parte della Corte dei conti avvenuta solo in data 20 luglio 2015 (Reg. ne. – Prev. n. 2260). Tale registrazione diventa, tuttavia, fondamentale, in quanto vengono meno le differenza di vedute tra il MEF e alcune Sezioni territoriali della Corte dei Conti. In particolare alle differenze annunciate dai giudici contabili pugliesi (deliberazione n. 97/PAR/2015) e abruzzesi (deliberazione n.178 depositata in data 19 giugno 2015). Secondo le citate Sezioni territoriali, infatti, le riduzioni previste dalla legge di stabilità 2014, a partire dai fondi integrativi 2015, avrebbero dovuto contenere la sommatoria delle riduzioni operate nel periodo 2011-2014, e non già le sole riduzioni previste nell’anno 2014 come sostenuto dai tecnici del Ministero delle Finanze. Con la registrazione avvenuta presso la Corte dei Conti, la circolare acquista la sua piene efficacia senza possibilità di avere posizioni divergenti con la magistratura contabile. Rinviando all’articolo già pubblicato (La costituzione del fondo integrativo 2015. La soluzione del MEF) per le necessarie spiegazioni operative, preme qui evidenziare alcuni punti non trattati ma di fondamentale importanza per conferire validità alla costituzione del fondo delle risorse decentrate ad opera della certificazione obbligatoria richiesta all’Organo di revisione contabile.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>