Questo articolo è stato letto 5 volte

Protocollo Funzione Pubblica – Scuola umbra di Amministrazione Pubblica per interventi formativi in amministrazioni

protocollo-funzione-pubblica-scuola-umbra-di-amministrazione-pubblica-per-interventi-formativi-in-amministrazioni.jpeg

Venerdì 10 gennaio è stato firmato a Palazzo Vidoni, sede del Ministero per la Pa e la Semplificazione, un protocollo d’intesa tra il Dipartimento della Funzione Pubblica e la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica: il documento, sottoscritto dal capo Dipartimento Antonio Naddeo e dall’Amministratore unico della Scuola Alberto Naticchioni al termine di una riunione con il ministro Gianpiero D’Alia, sancisce una collaborazione tra le strutture che porterà alla definizione di una serie di interventi formativi e azioni di diffusione rivolte alla Pa umbra.

“Tra le finalità – si legge nel testo del protocollo – un piano per il trasferimento di conoscenze, buone prassi, metodologie per la semplificazione e la digitalizzazione”, con riferimento “ai risultati ottenuti nell’ambito del Piano triennale di semplificazione, dell’agenda Digitale dell’Umbria, del progetto per l’attivazione dello sportello digitale per le attività produttive e dell’edilizia”. L’accordo siglato prevede anche “interventi di formazione mirati al contrasto della corruzione”, “attivazione di partenariati locali, nazionali e internazionali per progetti formativi nell’ambito di programmi comunitari” e “azioni per il supporto delle amministrazioni locali nella valorizzazione del patrimonio di beni culturali”.

Il piano di azione definito nel Protocollo parte “dall’analisi delle diverse esperienze regionali e locali” per la realizzazione di linee guida e la diffusione di metodologie, prevede progetti sui temi specifici e corsi di formazione in rete, con la pubblicazione dei risultati ottenuti sul sito del Dipartimento della Funzione Pubblica. Il coordinamento operativo della programmazione di quanto definito nel protocollo, la cui durata è di tre anni, sarà affidato a due responsabili, uno della Funzione Pubblica e uno della Scuola Umbra.

“Ringrazio il ministro D’Alia – conclude Naticchioni – per aver dato la disponibilità a una collaborazione continua e formalizzata con la scuola, che potrà cosi contare per la sua offerta formativa sul contributo, quali relatori, dei massimi livelli dirigenziali del ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>